VisitMottola.com

VisitMottola.com

Home

Itinerari e visite guidate

bellitaliaTra gli itinerari proposti, tutti alternativi e ammalianti, quello che caratterizza Mottola, e che certamente resta nel cuore dei visitatori, è quello delle mirabili Grotte di Dio, per il quale la città è conosciuta, da sempre a livello accademico e, dalla fine degli anni ’90, per l’avvio ufficiale dei servizi turistici comunali. Lo slogan le Grotte di Dio si ispirava al titolo di un articolo, datato 1987, tratto dalla rivista “Bell’Italia” e dedicato alle nostre chiese rupestri più belle. Ritenuto piuttosto accattivante, fu adottato per promuoverle turisticamente. Ho aggiunto anche degli itinerari sfiziosi, riguardanti deliziosi comuni vicini, piccole “perle” facenti parte di quell’”Anello d’oro” della Puglia – come direbbero i russi a suon di marketing territoriale – che è il Parco Regionale della Terra delle Gravine. Queste località sono da considerare, nel loro insieme e a ragione, parti dello stesso comprensorio territoriale dell’Habitat Rupestre, in cui spicca per notorietà Matera, già sito Unesco e città capitale europea della cultura del 2019.

qui touringUna lunga esperienza lavorativa mi ha insegnato che moltissimi turisti, scegliendo la destinazione Puglia, vengono quasi obbligatoriamente dirottati verso le mete classiche del turismo pugliese, pur desiderando fortemente visitare anche qualcosa di nuovo, alternativo e straordinariamente affascinante e insolito, nascosto alla massa dei visitatori. Gli itinerari rupestri qui proposti hanno proprio l’obbiettivo di conquistare i nostri ospiti, grazie ad un’emozionante immersione nella storia, nell’architettura e nell’arte del medioevoalla maniera di Bisanzio.
Nel comprensorio dell’habitat rupestre, come è noto, il paesaggio che caratterizza, da un punto di vista architettonico, è quello degli insediamenti rupestri: villaggi e chiese rupestri medioevali scavati nella rocciatufacea, ipogei o sotterranei per l’appunto, incastonati in depressioni carsiche naturali quali gravine e lame. AMottola, definita dalla rivista “Qui Touring” del Touring Club Italiano nel 2009 “la ciliegina sulla torta dell’habitat rupestre jonico”, le chiese risultano straordinariamente affrescate e ben conservate, e sono state restaurate nel 2008-2009 dalla Sovrintendenza. Si tratta di un’architettura in negativo, realizzata per sottrazione, anziché per addizione di materiale. L’insolito fenomeno urbanistico, che ci accomuna ad altre zone dell’area mediterranea – dalla Tunisia alla Turchia, solo per fare qualche esempio – è stato descritto come neo-trogloditismo (trogloditismo = modalità di vivere in grotta, senza alcuna accezione negativa).

Gelato Artigianale d’autore in Puglia: La Cremeria a Mottola

Gelato Artigianale d’autore in Puglia: La Cremeria a Mottola

la cremeria logoL’autentico gelato artigianale in Puglia si può gustare a Mottola, Taranto presso La Cremeria Gelati e C. di Gaetano Lattarulo.

Gelateria artigianale vuol dire anche Kilometro Zero nella scelta delle materie prime, zero grassi vegetali, panna fresca, zuccheri e latte fresco di alta qualità, di provenienza certificata, senza l’impiego di semilavorati di bassa qualità. Nei gusti alla frutta, quali fico, loto e mandarino, la frutta fresca è presente per più del 40% del gelato prodotto finale.

DSC06246

Gli ingredienti di alta qualità, vengono bilanciati tra di loro, nella paziente successione delle fasi di pastorizzazione, mantecazione, abbattimento, e conservazione.

La maturazione dura almeno 6 ore, nel pastorizzatore: in questa fase, si legano tra loro proteine e grassi, il gelato così acquista struttura e gusto.

Disponibili, oltre i grandi classici come limone, cioccolato e nocciola, i gusti al Pistacchio di Bronte, gli appetitosi Sette Veli, gelato al Caco, Fico d’India e Plasmon.

La Cremeria nacque per gioco, quando, nel 1982 a Novara, l’addetto ai gelati del locale Bar Borsa andò via, sicchè il giovane Gaetano lì di passaggio, si trovò improvvisamente chiamato a sostituirlo, e dovette apprendere il funzionamento dei vari macchinari in un solo fine settimana. Da quel giorno la passione lo ha spinto ad approfondire con riviste tecniche e del settore, quindi la formazione e l’aggiornamento sono continuate sino ai giorni nostri. Qualche anno dopo, nel 1987, decise di tornare nel paese natale, a Mottola, patria della sua famiglia, dove avviò questo apprezzato bar gelateria.

gaetanoTra i riconoscimenti, si parte dal 1995 col terzo posto al Campionato Italiano Gelatieri, premiato il suo gusto Pistacchio; nel 2008 Slow Food ha inserito nei propri Laboratori del Gusto, il suo fiordilatte al latte di capra, servito con un filo di olio EVO. Nel 2010 Repubblica seleziona La Cremeria di Mottola tra le Migliori 10 Gelaterie d’Italia, con una valutazione fatta ‘al buio’ a insaputa degli artigiani stessi.

Negli anni 2000, inizia la collaborazione con la Babbi, come tecnico dimostratore e formatore per i semilavorati, poi come studente consegue vari attestati presso l’Arte Dolce di Rimini, fino ad arrivare in tempi recenti, ad assistere docenti di fama internazionale in corsi di Gelateria.

Cosa gli permette di continuare a mantenere questi standard di alta qualità? Certamente il supporto della sua famiglia, da anni costantemente al suo fianco; ultimamente anche la giovane figlia Melania lo affianca in gelateria. In secondo luogo la passione per l’arte gelatiera, che lo porta costantemente ad essere aggiornato e seguire nuovi corsi.

DSC06237Lo ‘Spumino’ è un’altra invenzione de La Cremeria di Mottola: consiste di un gelato alla crema di latte, monoporzione, genialmente ripieno di un cuore di caffè o amarena, impreziosito da morbido pan di spagna. Si differenzia da papà Spumone, anche esso inventato in Salento, Puglia, perché è destinato alla degustazione di una singola persona, oltre che per la possibilità di farcire spumoni con nocciola e fiordilatte.

E se voleste provare un innovativo abbinamento Gelato-Vino? Consigliati gusti salati, come i gelati al Gorgonzola, alle Olive, e Ricotta e Fichi Caramellati. Di recente abbiamo degustato il gelato al vino Primitivo, vitigno che a Mottola è di casa.

La produzione di Pasticceria fredda de La Cremeria include cannoli, piccoli coni, tartufini, cestini, babà; torte gelato, panettoni gelato ripieni di semifreddo, disponibili tutto l’anno. Questi semifreddi vanno conservati a -18°C e consumati intorno a -14°C.

E’possibile degustare l’arte Gelatiera di Gaetano Lattarulo, nella sua gelateria boutique di Via Palagianello, 128 a Mottola, Taranto, e prenotare al numero 348.2905689 . Una fama tra gli appassionati di gelato artigianale, consolidata negli anni, grazie alla qualità degli ingredienti, la passione per un gelato artigiano, tramandato dalle mani dei maestri del sapore.

gelato al vino Primitivo