10th Sep 2016: Tenute Rubino Wine Day @ Brindisi

10th Sep 2016: Tenute Rubino Wine Day @ Brindisi

Tenute Rubino is ready to welcome wine tourists and enthusiasts for the Wine Day, an exciting day in which wine, food, traditions and music will be the ingredients of a party divided into several locations. The event is scheduled on Saturday, September 10th. Everything will start at 10 am at Jaddico estate and will continue until the evening in the city of Brindisi.
The Program:

THE WOMEN’S HARVEST
Entrance Ticket: 10 euro, including: glass with pocket + 2 free tastings.
FREE ENTRY FOR UNDER 18.

From 10.00 to 13.00 at the Jaddico estate men, women and children can join the specialized teams in the vineyards and learn the secrets of the manual harvest of Susumaniello. You can taste the grapes directly from the plant and listen to the songs and stories that form the background to this ancient ritual. At the same time there will be the opportunity to discover every corner of the estate by bike, thanks to the collaboration with the Madera bike cooperative.
From 13.00: lunchtime. In the large picnic area you can relax and taste the typical Apulian culinary tradition, thanks to the collaboration with some of the best realities of the territory:
– Caseificio Lanzillotti
– Salumificio Santoro
– Panificio Lu Furnu in petra.
Delicacies accompanied by Tenute Rubino wines.

From 14.00 to 17.30 fun: the picnic area will turn into a square of games and dances, guided by the Casarmonica and Appia Ensemble associations. Until the big tug of war will bring down the curtain on the first phase of this day.

At 18.00 the events move to the city: time for a talk show titled “Brindisi and Wine: an important resource and new scenarios for the city.” Following the master class “Susumaniello, versatile elegance” curated by Apulian sommelier association, Brindisi branch. In the elegant setting of Palazzo Virgilio participants will discover all the features of this fine native grape.
Reservation required. Via phone: 333 3519488 or via email: rocco.caliandro@libero.it
From 19.00 to 20.00, Numero Primo wine bar (Viale Regina Margherita, 46) will stage “Sunset on the sea”, a delicious aperitif at dusk refreshed by Le Riscoperte (three ancient Apulian single variety wines that Tenute Rubino is recovering and promoting).

The grand finale of the day will take place in the charming touristic port of Brindisi with the GRAND WINE PARTY.
Admission Ticket: 28 € inclusive of food and wine tastings, concert, dj set
From 21 on, tastings will be accompanied by the rhythms of Stefania Dipierro’s bossanova. At night the port will be transformed into a glittering dancefloor.
Information:
Tel: 333 9228010/328 322 6052
Mail: visite@tenuterubino.it.
Web: TenuteRubinoWineDay.it

13908937_947414488718665_1091251744515419013_oTenute Rubino si prepara ad accogliere enoturisti e appassionati per il Wine Day, un’emozionante ed intensa giornata in cui vino, cibo, approfondimenti tematici, tradizioni e musica saranno gli ingredienti di una festa articolata in più momenti. L’appuntamento è per sabato 10 settembre alle ore 10 presso la Tenuta di Jaddico, per la prima parte delle attività in programma che si concluderanno in serata nella città di Brindisi.
Il Programma della giornata:

LA VENDEMMIA DELLE DONNE
Ticket d’ingresso: 10 euro, comprensivo di: calice con tasca in omaggio + 2 degustazioni.
INGRESSO GRATUITO PER GLI UNDER 18.

Dalle ore 10 alle ore 13 presso la tenuta di Jaddico andrà in scena la prima parte dello storico evento di Tenute Rubino: uomini, donne e bambini potranno affiancare le squadre al lavoro tra i filari e apprendere i segreti della raccolta manuale delle pregiatissime uve di Susumaniello. Sarà possibile assaggiare gli acini direttamente dalla pianta e ascoltare i canti e le storie che fanno da sottofondo a questo antico rituale. Contemporaneamente ci sarà la possibilità di scoprire ogni angolo della tenuta in bici, grazie alla collaborazione con la cooperativa Madera bike.
Dalle ore 13 spazio al Food & Wine. Nell’ampia area pic nic sarà possibile rilassarsi e acquistare le tipicità della tradizione gastronomica pugliese, grazie alla collaborazione di alcune delle migliori realtà del territorio:
– Caseificio Lanzillotti
– Salumificio Santoro
– Panificio Lu Furnu a petra.
Prelibatezze accompagnate dai vini di Tenute Rubino.

Dalle ore 14 alle 17.30 in scena il momento riservato al divertimento per tutti: l’area verde del prato si trasformerà nella piazza dei giochi e della danza, a cura delle associazioni Casarmonica e Appia Ensemble. Fino a quando il grande tiro alla fune farà calare il sipario sulla prima fase di questa giornata.

Alle 18 inizia il programma degli appuntamenti in città: si parte con un talk show dal titolo “Brindisi e il Vino: una risorsa spendibile e nuovi scenari della città”. A seguire la master class “Il Susumaniello, eleganza versatile”, curata dall’AIS Puglia, delegazione di Brindisi. Presso l’elegante cornice di Palazzo Virgilio i partecipanti potranno scoprire tutte le peculiarità di questo pregiato varietale autoctono.
Prenotazione obbligatoria al numero 333 3519488 o alla mail rocco.caliandro@libero.it

Dalle 19 alle 20, presso Numero Primo (lungomare Regina Margherita, 46) andrà in scena “Tramonto sul mare”, uno sfizioso aperitivo al crepuscolo rinfrescato da Le Riscoperte (la nuova gamma di tre antichi monovarietali pugliesi che Tenute Rubino sta recuperando e rivalutando).

Il gran finale della giornata si svolgerà nello splendido porticciolo di Brindisi con il GRAN WINE PARTY.
Ticket d’ingresso: 28 euro comprensivo di ricche degustazioni cibo-vino.
Dalle 21 le degustazioni saranno affiancate dai ritmi della bossanova di Stefania Dipierro. In chiusura il porticciolo si trasformerà in uno sfavillante dancefloor.
Informazioni:
Tel: 333 9228010 / 328 322 6052
Mail: visite@tenuterubino.it.
Web:TenuteRubinoWineDay.it

Sogno o son desto: I Pastini, bianchi della Valle d’Itria nel calice

Green Puglia si arricchisce della collaborazione con Angelo Laveneziana, Sommelier con esperienza a Londra. Ecco una review sulla Cantina i Pastini, di Locorotondo, Bari, in Valle d’Itria.

imageQuando si parla di Puglia vitivinicola, si pensa subito ai grandi rossi, che stanno tracciando un percorso storico di visibilità notevole nel panorama nazionale ed internazionale. Ma non tutti sanno e conoscono, invece, realtà emergenti, che fanno dei vini prodotti a bacca bianca, il loro cavallo di battaglia. Ricevendo un sempre più ampio consenso da parte di chi ama la qualità nel bicchiere. Per intenderci, parliamo di Valle d’Itria, e dei lunghi filari di vigneti di Verdeca, Fiano Minutolo (dal 2013 Minutolo) e Bianco d’Alessano de I Pastini, che si distendono lungo il tracciato delle Ferrovie del Sud-Est, e quasi sembrano abbracciare l’antico borgo di Locorotondo. Qui il clima favorevole, che presenta una escursione termica importante, aggiunta alla ventilazione pressocchè continua, ed un terreno prevalentemente calcareo, fanno sì che i vini prodotti presentino componenti e profumi differenti, rispetto a quelli prodotti nelle diverse aree della regione.

Da qualche anno, sorprende piacevolmente la produzione della versione Brut del Verdeca: ottimo con gli antipasti, i primi piatti, le nostre verdure mediterranee, alcuni formaggi non stagionati e con le insalate di mare. Insomma una bollicina piacevole, dotata di quella punta acidula quanto basta, e che ricorda delicati sentori floreali, mela verde insiemi a sentori agrumati ed erba appena tagliata. Vino piacevole ed essenziale, la cui bottiglia va oltre, è da vetrina, per gli appassionati. Un discorso a parte si merita il nostro Minutolo pugliese, vitigno che, alla pari del Susumaniello (vincitore di un Concorso Rosati), sembrava destinato a scomparire, se non fosse stato per alcuni enologi, tra cui Gianni Carparelli, che lo hanno saputo valorizzare con intraprendenza e passione, tenendo conto delle reali potenzialità del vitigno.

imageA sostegno dell’autoctono della Valle d’Itria, ecco il progetto “Adotta il Minutolo”, attraverso il quale ciascuno può gestire la propria vigna, vederla crescere comodamente da casa e ricevere, in seguito, il frutto del duro lavoro svolto in vigna ed in cantina. Una bella idea per promuovere questo tipo di bacca bianca, e rendere tutte le persone più vicine al territorio Murgese. Il Minutolo si presenta con un colore giallo paglierino, con delicati profumi floreali e fruttati ed una propria aromaticità pronunciata, sostenuta da un’equilibrata acidità. Anche per queste sue caratteristiche, lo scorso anno durante un incontro organizzato da Slow Food in Polonia, I Pastini ha meritato una verticale di Minutolo, con etichette che partivano dalla vendemmia 2013 fino ad arrivare a bottiglie gelosamente custodite sin dal 2003. Il risultato di questo assaggio guidato, ha permesso di apprezzare le potenzialità del vitigno che, grazie alla sua fresca aromaticità, mantiene struttura e complessità, e regala nel tempo nuovi profumi di frutta matura, nuovi aspetti vegetali ed accenni di tostatura. imageCosì la Puglia del Vino si arricchisce di un altro tassello, diventando ancor più variegata ed appetibile. Oltre a poter contare su tanti prodotti a Kilometro Zero, e su vitigni autoctoni a bacca rossa, finalmente raccontando di notevoli vini bianchi, che potranno dare soddisfazioni ai palati più esigenti, sorseggiando un bicchiere di Valle d’Itria.

di Angelo Laveneziana