Easter in Puglia: thousands things to do with Green Puglia on Pasqua

taranto predoni Next weeekend we are going to celebrate the Catholic Easter, followed by the Holy Monday. These days are lively celebrated in Puglia, due to the pagan myths of passing from Winter to Spring. Therefore, Puglia hosts the most characteristique rallies of the “Holy Week”: the Passion of Jesus. We would suggest you to get to Taranto, home of the most ancient of these rites. Moreover, we collected for you a series of nice things to do in Green Puglia: bike rides, pic-nic in the woods and outodoor trekkings, around the nicest spost of the Puglia region.

Saturday April, 4th A Literature Walking through monumental Olive trees Ostuni, 5.30pm-8.30pm +39 328 6474719 – info@cooperativaserapia.it

Sunday, April 5th Pasqua gioia del colleIn Italy you get free entry to public Museums and archaeological sites, on each first Sundays of the month. This Easter, Green Puglia suggests you to get to Gioia del Colle, Bari for a lovely tour of its Swabian Castle, erected by Friederich the Second, and to Monte Sannace archeo-area, dating back to the aboriginal populations of Puglia. You can also book a guided tour including aperitivo. +39 080 3491780   Monday, April 6th Pasquetta In Puglia, we usually celebrate it as a friends party, with outdoor lunch if weather is fine. then, to enjoy the sunny and fresh day, you can get to Laterza, Taranto where the local community will play yoga, traditional games, playing with donkeys and natural beverages. laterza pineta pasquetta

Advertisements

Trekking in Lucania, tra boschi e daini: Irsina e Monte Ursi, a Matera, Basilicata

Green Puglia collabora con  ASD Arneotrekking, per una nuova serie di escursioni naturalistiche e percorsi di trekking. Terza tappa in Lucania, il delizioso borgo di Irsina e Monte Ursi, in provincia di Matera che felicemente ci riporta un’altra volta, alla GreenLucania.

Domenica 29 marzo, per la serie di itinerari denominati “i borghi del Salento & non solo…” vi proponiamo una nuova escursione alla scoperta di alcuni dei Borghi più belli della Basilicata, ed esattamente quello di Irsina. Un viaggio tra storia e suggestioni di una terra magica.

La cittadina di Irsina, è circondata da un paesaggio di estrema bellezza. Dai belvedere del borgo antico è possibile ammirare un territorio davvero unico, mai monotono, caratterizzato da verdi colline e rilievi montuosi ricchi di boschi. Di notevole interesse, sono anche gli insediamenti e le chiese ubicate nelle immediate vicinanze della cinta fortificata. Guardando le colline irsinesi colpisce la macchia del bosco di Verrutoli, luogo ancora selvaggio, ricovero di un gruppo di daini che vive liberamente nella riserva. Irsina è circondata dalla valle del fiume Bradano, il quindicesimo fiume italiano per lunghezza (120 chilometri). La scelta del sito testimonia la capacità dell’uomo del passato di valutare la localizzazione più idonea per stanziarsi. A undici chilometri da Irsina si trova monte Irsi, zona di straordinaria importanza per la presenza del sito archeologico. Abitato sin dall’età del ferro, fu scelto dai romani perché collocato sulle maggiori vie di comunicazione dell’epoca come testimoniano alcuni resti della villa romana rinvenuta negli scavi effettuati.  Sono inoltre visibili i resti dell’antico monastero risalente al XII secolo.

Ritrovo dei partecipanti: ore 9.30 a Irsina (Matera).

Da portare con sé: scarpe da trekking (consigliate), abbigliamento tecnico, bastoncini da trekking, zainetto contenente (acqua, kit di primo soccorso, pranzo a sacco, una torcia), macchina fotografica.

Questa escursione presenta un grado di difficoltà medio (E).
Per informazioni e prenotazioni, contattare Roberto D’Arcangelo al numero 329.31.90.420 o via mail scrivere a greenpugliablog@gmail.com .

Trekking in gravina: Castellaneta, Taranto la gravina Grande

Green Puglia prosegue con la nuova serie di escursioni naturalistiche e percorsi di trekking, con ASD Arneotrekking. Prossima gita a Castellaneta, Taranto per la gravina della città, all’interno del Parco Regionale delle Gravine.

Domenica 22 marzo. Una serie di camminate, che tendono a farci conoscere un’antica civiltà, quella rupestre, che si è sviluppata in alcuni habitat davvero scenografici. Alcuni di questi habitat, sono le spettacolari Gravine disposte a ventaglio intorno al golfo di Taranto, ciascuna diversa per dimensione e morfologia; altri potrebbero essere gli affascinanti Canaloni, antichi percorsi di fiumi, sparsi in varie zone del Salento e dalla Puglia, che racchiudono nelle loro grotte secoli di storia. La camminata di questa domenica, si sviluppa in una Gravina, quella di Castellaneta (TA).  La Gravina di Castellaneta (o Gravina Grande) è una gravina che si estende per una decina di chilometri con svariate anse, e che risulta profonda nel suo punto massimo 145 m e larga circa 300 m. Presenta pareti molto ripide, quasi verticali, e lungo il suo percorso sono visibili tracce di insediamenti archeologici e di rilevanza storica, nonché grotte ed insediamenti rupestri. Il nostro cammino prosegue appassionatamente, sempre alla scoperta di nuovi luoghi, di nuove emozioni, di nuovi panorami, di nuove compagnie.

Ritrovo dei partecipanti: Castellaneta, Taranto ore 9:30.

Da portare con sé: scarpe da trekking (consigliate), abbigliamento tecnico, bastoncini da trekking, zainetto contenente (acqua, kit di primo soccorso, pranzo a sacco, una torcia), macchina fotografica.
Questa escursione presenta un grado di difficoltà medio (E).
Per informazioni e prenotazioni, contattare Roberto D’Arcangelo al numero 329.31.90.420 o via mail scrivere a greenpugliablog@gmail.com .